» Il Programma > LAVORO > Regione al passo con i tempi

Regione al passo con i tempi

1. Agenda digitale

L’agenda digitale italiana assume un ruolo centrale, sia per conseguire obiettivi di crescita, come conseguenza di un miglioramento della produttività delle imprese e dell’efficienza della pubblica amministrazione, sia di inclusione sociale, in termini di maggiori opportunità di partecipazione ai benefici della società della conoscenza. La piena disponibilità di banda larga e di servizi on-line ha una rilevanza strategica nelle politiche comunitarie e nazionali in materia di competitività, innovazione e sviluppo della società imperniata sulla conoscenza. La piena interoperabilità dei sistemi e dei servizi è da considerarsi requisito prioritario per garantire la qualità dei servizi erogati a cittadini e imprese. In tal senso andranno portate avanti opportune iniziative di adeguamento e completamento dei sistemi informativi regionali e locali a standard comuni, nell’ambito dell’infrastruttura nazionale di connettività e cooperazione, e si dovrà procedere quindi verso una operatività reale e completa dei sistemi di cooperazione, con riguardo non solo ai servizi erogati sul territorio ma anche ai processi tra le Amministrazioni, sia centrali che locali.

(Programmazione 2014-2020 Obiettivo tematico 2)

2. La rete dei comuni virtuosi                                                                       

Realizzazione di una rete di Comuni che intervengono a difesa dell’ambiente e migliorano la qualità della vita, tutelano i Beni Comuni, intesi come beni naturali e relazionali indisponibili che appartengono alla comunità. Attraverso questo network si punta a una ottimale gestione del territorio, all’insegna del principio ispiratore del “no consumo di suolo” (Opzione cementificazione zero, recupero e riqualificazione aree dismesse, progettazione e programmazione del territorio) progetti concreti di mobilità sostenibile, promozione di nuovi stili di vita negli Enti locali attraverso politiche e progettazioni diverse  e innovative (autoproduzione, filiera corta, cibo biologico e di stagione, sostegno alla costituzione di gruppi di acquisto, turismo ed ospitalità sostenibili, promozione della cultura della pace, cooperazione e solidarietà, “disimballo” dei territori, diffusione commercio equo e solidale, banche del tempo, autoproduzione, finanza etica, etc).

3. Cultura dell’innovazione in Abruzzo

Il nostro intento è quello di valutare attentamente le nuove tecnologie al fine di rilanciare la nostra regione.
Il caso da noi preso come esempio sarà quello delle Cripto-valute, in particolare il Bitcoin Bitcoin, una criptomoneta digitale (basata sulla crittografia) che consente di fare pagamenti online in modo sicuro, i cui costi di transazione sono bassi, pari allo zero, e che garantisce l'anonimato dei possessori della moneta.

 4.Wi-fi libero

Si tratta di un obiettivo imprescindibile per una Regione che abbia a cuore le esigenze dei cittadini ai quali verrebbe data la possibilità di accedere gratuitamente a internet, anche senza avere un collegamento dalla propria abitazione. Senza contare che questa scelta appare non più procrastinabile in una città ad alta vocazione turistica come la nostra. La creazione delle aree Wi Fi gratuite infatti  rappresenta un veicolo di promozione del nostro territorio e offre ai turisti un servizio importante e necessario. Si tratta dunque di una scelta strategica, se si vuole rafforzare lo sviluppo sociale ed economico della nostra cittadina e, nel contempo, immettere definitivamente la pubblica amministrazione 

5. Fondazione Abruzzo film commission                                                                      

Si tratta di un’esperienza che sta dando grandi risultati in altre regioni, a cominciare dalla Puglia. Con questo progetto si intendono attrarre capitali e risorse in Abruzzo attraverso  la produzione e il supporto dei progetti audiovisivi. In Puglia nel 2010 sono stati investiti 3milioni di euro, restituendo al territorio oltre 27 milioni, escluso l’indotto, e garantendo, secondo i dati della Fondazione Rosselli, un rapporto di moltiplicazione pari a 6,3 per ogni euro investito dalla Fondazione creata dalla regione guidata da Vendola. Si tratta di investimenti attraverso i quali si favoriscono e valorizzano le location abruzzesi creando un circuito virtuoso che si traduce in termini di ricchezza e nuove possibilità lavorative per il territorio.

6. Progetto musica

Aiutare la musica a crescere, significa offrire a migliaia di giovani donne e uomini la possibilità di suonare in pubblico e dal vivo. Offrire loro spazi da cui possano sprigionare la loro linfa vitale. Sapendo che l’investimento in musica moltiplica i valori iniziali; perché la musica non è mai solo tempo libero e intrattenimento, ma produce lavoro, attira pubblico, incentiva il turismo e alimenta la creatività.                                                                                                                             

Inserisci un commento.

impresaweb.euInfo CookiesDisclaimer

Il sito www.francocaramanico.it utilizza i cookie

1 - Utilizziamo cookie tecnici, essenziali per consentire il corretto funzionamento del sito

2 - Utilizziamo cookie statistici che ci aiutano a capire come i visitatori interagiscono con il sito, raccogliendo informazioni in forma anonima.

3 - Nel nostro sito inoltre, sono inclusi servizi di terze parti (statistiche, social media, prenotazioni e simili) che utilizzano dei cookie sui quali non abbiamo alcun controllo.

Esprima la sua preferenza in merito ai cookies che vuole attivare. Per informazioni dettagliate si rechi alla pagina Cookie Policy

Close
^